Medici tra benessere e burnout: il ruolo della mindfulness.

Medici tra benessere e burnout: il ruolo della mindfulness.

La rivista dell’American Academy of Pediatrics ha pubblicato un articolo che si occupa di un argomento purtroppo ancora piuttosto trascurato in Italia: la salute e il benessere dei medici. L’attenzione a questo tema nasce dall”osservazione dell’elevata prevalenza di burnout riscontrata tra i medici americani (variabile tra il 30% e il 50% e superiore a quella della popolazione generale), quindi del pesante tributo in sofferenza pagato dai medici e dalle ricadute sulla qualitA� delle cure. Ad un sondaggio effettuato tra i membri dell’American Academy of Pediatrics, il 22% riferisce di sperimentare al momento sintomi di burnout come esaurimento emotivo e mancanza di senso di autorealizzazione, e il 45% di averli sperimentati in passato. Si riportano dati anche sul suicidio dei medici americani con un maggior rischio tra le donne, per le quali si stima un indice di rischio di suicidio di 2.7 rispetto alla popolazione femminile generale, valutando che dai 300 ai 400 medici commettano annualmente suicidio negli Stati Uniti.

Esaminando le cause di questo rilevante disagio, oltre a quelle immaginabili come il carico lavorativo, il timore di problemi legali, i pazienti difficili e il confronto con la morte, figurano ancheA� le irrealistiche aspettative di resistenza, una mancanza di supporto in ambito lavorativo, l’isolamento, una cultura che privilegia silenzio e stoicismo e una mancanza di strumenti efficaci di gestione dello stress. Per contro un equilibrio tra lavoro e vita privata, un supporto sociale e familiare, l’attivitA� fisica regolare, un adeguato tempo dedicato al riposo e una carriera soddisfacente sembrano correlarsi ad un maggior senso di benessere, ad un’accresciuta empatia e a un ridotto burnout. Inoltre, al contrario dei medici che trascurano la propria salute, quelli con uno stile di vita salutare sono percepiti dai pazienti come piA? credibili e motivanti.

Alcune UniversitA� e Ospedali americani hanno varato programmi per creare una cultura del benessere tra i medici e si sottolinea come in questo campo la pratica della mindfulness sia supportata da evidenze di efficacia nella riduzione dei sintomi di burnout come depersonalizzazione ed esaurimento emotivo e nel miglioramento del senso di autorealizzazione e delle capacitA� empatiche, supportando processi decisionali meglio ponderati. Questa pratica associata all’attivitA� fisica, a un sana alimentazione a uno stile di vita equilibrato e a relazioni supportanti rappresenta la proposta per passare dalla cura alla prevenzione del burnout.

 

  • 36
  •  
  •  
  •