La scomparsa del dottore

scomparsa_dottore

Minima, 2013

Nei decenni seguiti al secondo dopoguerra, la meritoria figura del “mio dottore”, come si usava dire, A? entrata via via in dissolvenza, si A? consumata, svuotata, fino a lasciare di sA�, soprattutto nelle generazioni piA? mature, soltanto un ricordo permeato di rimpianto. Oggi “il dottore” non c’A? piA?, ma quello che conta, al di lA� dell’elogio del passato, A? non rassegnarsi all’idea che i suoi pregi e principi debbano considerarsi un patrimonio irrimediabilmente perduto. La diagnosi della “scomparsa del dottore” formulata qui da Giorgio Cosmacini puA? essere la premessa di una prognosi che anticipa, auspica se non altro, con lo sguardo rivolto ai medici di domani, un recupero dei valori di cui quella figura era depositaria.

 

  •  
  •  
  •  
  •