L’illogica allegria della mente mindful.

La pratica della Mindfulness A? anche un invito a vivere pienamente nel momento presente. PuA? sembrare un concetto difficile da comprendere ma a me pare che l’ esperienza dello stare nel momento presente sia un fatto relativamente comune, anche se infrequente e, soprattutto, assolutamente casuale; forse la��abbiamo provata tutti: improvvisamente, per motivi sconosciuti, ci ritroviamo in un particolare e profondo senso di connessione con ciA? che stiamo vivendo; ca��A? un senso di rallentamento nello scorrere del tempo, il chiacchiericcio della mente rispetto al passato o al futuro si quieta, siamo lA�, semplicemente e completamente presenti nel momento, come se surfassimo con leggerezza nel flusso dei momenti; sono attimi quasi magici, poi tutto riprende come prima; ma ci resta il ricordo di un senso di completezza, il gusto di uno spazio autentico.
Credo che Giorgio Gaber abbia descritto efficacemente questo momento in una canzone che merita di essere ascoltata e che sa��intitola a�?illogica allegriaa�?.
Un’allegria, una specie di gioia illogiche, perchA? non capiamo bene da dove sgorgano; forse perchA? siamo abituati a cercarle nelle situazioni contingenti, ad aspettarle come conseguenza di qualche cosa di esterno a noi mentre, invece,A� possono scaturire dal profondo di noi stessi, dal sempice fatto che la mente si trova in un momento di calma rispetto al suo incessante rivolgersi al passato e al futuro.
La pratica della presenza mentale A? proprio un allenarsi ad accedere a questo stato di viva connessione nel quale non trovano spazio i giudizi e la reattivitA� che ne consegue e la��esperienza A? piA? diretta e vivida.

  • 13
  •  
  •